Camera matrimoniale a ponte: idee e consigli per ottimizzare lo spazio

0
20
Camera-matrimoniale-a-ponte

La camera matrimoniale a ponte è sempre più diffusa: questa soluzione infatti consente di ridurre notevolmente l’ingombro dei vari arredi che non possono mancare in una stanza da letto. Per ottimizzare lo spazio quindi la camera a ponte è l’ideale, e se un tempo questa soluzione veniva adottata soprattutto per la cameretta dei bambini oggi possiamo trovare numerosi modelli studiati appositamente anche per la matrimoniale.

Il problema dello spazio dopotutto è più attuale che mai. In passato la metratura delle case era superiore e veniva data molta più importanza alla zona notte. Le camere matrimoniali fino a qualche decennio fa erano ampie e spaziose, mentre oggi le tendenza è esattamente l’opposto. Per questo la camera mattrimoniale a ponte sta spopolando e gli stessi interior designer consigliano questa soluzione per ottimizzare lo spazio a disposizione senza essere costretti a rinunciare a confort e funzionalità.

Camera matrimoniale a ponte: quando è consigliata

La camera matrimoniale a ponte consente di ridurre in modo notevole l’ingombro degli arredi e questa soluzione viene consigliata quando lo spazio a disposizione è ridotto. Grazie al ponte infatti possiamo avere mobili, comodini, mensole e ripiani in un unico complemento, che si sviluppa tutto intorno al letto, incorniciandolo anche nella parte superiore. In tal modo si riescono a sfruttare spazi che altrimenti rimarrebbero inutilizzati.

La camera matrimoniale a ponte è quindi consigliata tutte quelle volte che non si ha sufficiente spazio nella stanza. Rinunciare ad un bell’armadio guardaroba sarebbe un vero peccato e lo stesso si può dire di comodini e mensole varie. Grazie a questa soluzione si può recuperare moltissimo spazio, integrando funzionalità e design. Come vedremo tra poco infatti oggi si trovano modelli moderni che puntano moltissimo sull’estetica.

Camera matrimoniale a ponte: angolare o lineare?

La camera a ponte si può trovare in due varianti: quella lineare semplice e quella angolare, ideale per chi necessita di spazio aggiuntivo per riporre vestiti, biancheria e via dicendo. Naturalmente la soluzione angolare è più impattante e può essere inserita solo se c’è lo spazio a sufficienza: non bisogna soffocare la stanza con volumi esagerati altrimenti si rischia di ridurre in modo eccessivo lo spazio libero.

Quali sono i prezzi per le strutture a ponte?

Al giorno d’oggi i prezzi per una camera matrimoniale a ponte non sono per nulla eccessivi, anzi. Ormai questa soluzione viene proposta da tutti i brand di arredamento compresi quelli più economici come Ikea o Mercatone Uno. La spesa da preventivare quindi non è superiore a quella prevista per una stanza matrimoniale normale, se consideriamo il prezzo di comodini, comò, guardaroba e via dicendo. Anzi, in alcuni casi la soluzione a ponte consente anche di risparmiare, oltre che ridurre il tempo perso per la scelta dei vari complementi. Si tratta quindi di una opzione che merita di essere presa in considerazione perchè la spesa non è superiore e di vantaggi ne possiamo trovare moltissimi.

Naturalmente il costo finale dipende da vari fattori come le dimensioni della struttura e la qualità dei materiali. Una camera a ponte di 3 metri è solitamente lo standard quindi in tal caso si trovano maggiori alternative.