Piumino letto: dritte e consigli per scegliere quello giusto

0
24
Piumino-letto

Il piumino letto è indispensabile nelle stagioni più fredde e con l’arrivo dell’autunno conviene sempre attrezzarsi a dovere perchè le temperature iniziano a scendere vertiginosamente. Se ancora non avete un piumino oppure lo dovete cambiare perchè il vostro è ormai vecchio e logoro, in commercio ne potete trovare di moltissime tipologie. Scegliere quello migliore non è affatto semplice, anche perchè ci sono vari fattori da tenere in considerazione, che possono fare una grandissima differenza.

Oggi vi daremo alcuni consigli per scegliere il piumino letto più indicato per le vostre esigenze ma anche quello più duraturo, che resista nel tempo e non si rovini troppo presto. Le caratteristiche più importanti di un piumino letto sono: materiale e grado di calore.

Piumino letto: il materiale

Il materiale dell’imbottitura di un piumino letto è fondamentale, perchè incide in modo notevole sulla sua durata nel tempo ma anche sul prezzo e sul comfort offerto. Da questo punto di vista possiamo distinguere i piumini naturali da quelli sintetici. Questi ultimi meritano di essere presi in considerazione perchè offrono diversi vantaggi: sono infatti più economici, ipoallergenici e molto più semplici da pulire perchè si asciugano più velocemente.

Al contrario, i piumini naturali rischiano maggiormente di provocare allergia, hanno un costo superiore e impiegano molto più tempo ad asciugarsi. Vantano però anche dei vantaggi, perchè rispetto a quelli sintetici sono più traspiranti e soffici e durano più a lungo rispetto ai piumini sintetici.

A tutto questo dobbiamo aggiungere il fattore etico: i piumini naturali infatti richiedono maggior attenzione perchè non tutti sono realizzati nel pieno rispetto degli animali. Bisogna quindi controllare sempre le certificazioni e verificare che non provengano da Paesi in cui le norme potrebbero essere meno rigide delle nostre.

Piumino letto: il grado di calore

Contrariamente a quello che in molti pensano, il materiale dell’imbottitura incide solo parzialmente sul grado di calore di un piumino. Questa infatti è una caratteristica a parte che deve essere sempre indicata e che non è strettamente legata al materiale. I piumini letto si distinguono in 5 categorie, in base al grado di calore che sono in grado di offrire:

  • Grado di calore 1: piumino estivo, molto leggero
  • Grado di calore 2: piumino leggero, da usare a temperature di 22-24°C
  • Grado di calore 3: piumino indicato per le mezze stagioni o in camere con temperature di 20-22°C
  • Grado di calore 4: piumino pesante e invernale, da usare a temperature di 17-19°C
  • Grado di calore 5: piumino molto pesante, da usare in camere da letto non riscaldate a temperature di 14-16°C

Piumino letto 4 stagioni: la soluzione per tutto l’anno

Al giorno d’oggi vanno per la maggiore i piumini 4 stagioni, perchè sono una soluzione pratica ed intelligente che permette di adattarsi a qualsiasi stagione e tempertura. Sono infatti composti da 2 piumini (uno leggero per l’estate ed uno per le mezze stagioni) che possono essere uniti in modo da ottenere un maggior grado di calore. Il piumino mezze stagioni è l’ideale per coloro che non hanno altre coperte perchè con un unico acquisto si può avere un prodotto completo per tutto l’anno.