Porta blindata: caratteristiche e guida alla scelta

0
Porta-blindata

La porta blindata è indispensabile per proteggere la propria casa da eventuali tentativi di intrusione e per sentirsi più sicuri. Mentre infatti i dispositivi antifurto sono un optional che solo alcune persone scelgono di installare, le porte blindate sono ormai diventate un vero e proprio must have in qualsiasi abitazione privata. Parliamo di portoncini che però hanno un prezzo piuttosto elevato e che devono possedere delle caratteristiche specifiche, quindi bisogna prestare attenzione al momento della scelta. Le porte blindate non sono tutte uguali e si distinguono prima di tutto in base alla classe di resistenza, ma anche per altri fattori che possono fare la differenza.

Se quindi siete alle prese con la scelta della porta blindata per la vostra casa, vi conviene informarvi bene prima di acquistarla. Oggi vi diamo alcuni consigli che sicuramente vi torneranno utili e si riveleranno preziosi.

Le caratteristiche della porta blindata

La porta blindata deve avere una serie di caratteristiche che la rendono sicura, ma anche esteticamente gradevole. Uno dei fattori più importanti è senza dubbio la classe di resistenza, che indica la capacità della porta di resistere ai vari tentativi di intrusione da parte di estranei. Oltre a questo però, ci sono altre caratteristiche che conviene valutare ossia la tipologia di serratura (che incide anch’essa sul livello di sicurezza offerto dalla porta) ed il rivestimento (che invece ha solo un valore estetico).

Le 3 caratteristiche fondamentali delle porte blindate, che conviene prendere in considerazione al momento della scelta, sono quindi 3:

  • Classe di resistenza
  • Tipologia di serratura
  • Pannelli e rivestimento

La classe di resistenza della porta blindata

Le porte blindate possono avere differenti classi di resistenza, che indicano la loro capacità di sopportare eventuali tentativi di intrusione e quindi di proteggere l’ambiente domestico. Le classi di resistenza vanno da un minimo di 1 ad un massimo di 6: più si sale e maggiore è la sicurezza della porta.

  • Classe di resistenza 1: la porta può essere abbattuta da un ladro improvvisato e inesperto, anche semplicemente mediante una spallata;
  • Classe di resistenza 2: la porta può essere abbattuta da un principiante mediante attrezzi di base come coltelli, cunei, ecc.;
  • Classe di resistenza 3: la porta può essere abbattuta da un ladro piuttosto esperto, che usa attrezzi come cacciaviti o piedi di porco;
  • Classe di resistenza 4: la porta può essere forzata da un ladro esperto, mediante seghe, martelli, scalpelli, ecc.;
  • Classe di resistenza 5: la porta può essere forzata solo da ladri molto esperti, che si servono di attrezzatura professionale come seghe a sciabola e trapani;
  • Classe di resistenza 6: questo è il livello massimo di sicurezza.

Normalmente, per le abitazioni private viene consigliata una porta blindata di classe 2, 3 o 4 a seconda della zona e del livello di rischio.

Tipologia di serratura

La tipologia di serratura può essere classica oppure elettronica, come le porte blindate Elettra di Dierre che al giorno d’oggi sono molto gettonate.

Rivestimento della porta blindata

Il rivestimento può essere realizzato con pannelli di qualsiasi colore e trama. Questo è un aspetto che non incide sulla sicurezza della porta, quindi si tratta di un mero fattore estetico da valutare in base ai propri gusti e all’arredamento dell’abitazione.