Porte a soffietto: la soluzione ideale per piccoli spazi

0
15
Porte-a-soffietto

Le porte a soffietto sono ancora oggi una soluzione molto popolare, specialmente quando lo spazio a disposizione è limitato ed occorre ottimizzarlo al massimo. Un tempo questa tipologia di porte interne lasciava a desiderare dal punto di vista estetico, perchè il materiale principalmente utilizzato erano la plastica. Oggi invece si possono trovare porte a soffietto davvero molto interessanti, non solo per quanto riguarda la funzionalità ma anche l’estetica. Vale dunque prendere in considerazione anche questa alternativa, perchè presenta numerosi vantaggi anche rispetto alle porte scorrevoli, che per quanto siano belle da vedere non sempre si riescono ad installare altrettanto facilmente.

Porte a soffietto: come sono fatte

Le porte a soffietto sono formate da una serie di listarelle separate e collegate tra loro mediante delle cerniere. Questa loro caratteristica consente a tutta la struttura di ripiegarsi su se stessa senza occupare spazio e creare ingombro nella stanza. Le porte a soffietto quindi non si aprono frontalmente con quelle classiche a battente ma di lato, come le porte scorrevoli. Questo permette di inserirle anche in ambienti di piccole dimensioni, laddove una normale porta non troverebbe lo spazio necessario.

Le porte a soffietto si possono trovare al giorno d’oggi in moltissimi materiali differenti: dal PVC al legno, dal vetro alla resina e via dicendo. C’è quindi una grande scelta rispetto al passato e anche la resa estetica è decisamente migliorata.

Porte a soffietto: facili da installare

Uno dei grandi vantaggi delle porte a soffietto è che si possono installare con estrema semplicità e non necessitano di lavori di muratura o di ristrutturazione. Questo è ciò che le distingue dalle porte scorrevoli, che invece sono una buona idea qualora si dovessero già intraprendere dei lavori importanti. Le possiamo quindi paragonare a quelle classiche dal punto di vista della posa e dell’installazione ed è anche per tale ragione che spesso sono preferite ad altre alternative più impegnative.

La soluzione ideale per separare gli spazi

La porta a soffietto viene spesso utilizzata oggi per dividere gli spazi in un open space e quindi per esempio tra la cucina ed il soggiorno. Quando infatti la si tiene aperta tende a scomparire alla vista, ma in caso di necessità basta chiuderla per dividere gli spazi e garantire la giusta privacy. Al giorno d’oggi vanno molto di moda gli open space: cucina e soggiorno non vengono più divisi nella abitazioni moderne e ciò consente di ricavare uno spazio maggiore.

Avere però la possibilità di chiudere la cucina quando si prepara da mangiare è un vantaggio non da poco. Si evita infatti che l’odore si diffonda in tutta la casa e se si hanno ospiti a cena si può nascondere loro alla vista la preparazione delle pietanze. Per questo la porta a soffietto è ancora oggi molto gettonata, specialmente per separare gli spazi in questi contesti.

Altrettanto utile può rivelarsi questa soluzione in bagno, se la stanza ha dimensioni ridotte e si vuole ottimizzare lo spazio al massimo. Non creando ingombro, le porte a soffietto si possono installare ovunque senza problemi di misure.